Al Mapei Football Center l’evento inaugurale del Festival 'SportivaMente'

È cominciata con una festa dello sport tra calcio e inclusione la terza edizione del Festival SportivaMente, la rassegna sullo sport inclusivo iniziata oggi a Sassuolo e che per tre giorni invaderà la città con una serie di appuntamenti che si ispirano al principio di uguaglianza nella diversità e alle abilità differenti.

La rassegna è stata inaugurata nell’innovativo Mapei Football Center dell’U.S. Sassuolo Calcio, anche in questa edizione partner fondamentale e prestigioso per la kermesse. Nella struttura di via Regina Pacis ha avuto luogo la presentazione del libro “Il calcio a modo loro” di Franco Esposito, un volume che raccoglie le storie della Nazionale italiana calcio Amputati. Sotto la regia del giornalista Sky Marco Nosotti, modenese e già presente all’appuntamento dello scorso maggio del Festival, la presentazione è stata particolarmente frizzante grazie anche alla presenza di una selezione della compagine azzurra: c’erano il capitano Francesco Messori e i compagni Alessandro Cenicola, Luca Arata, David Bonaventuri ed Emanuele Padoan, oltre al tecnico Renzo Vergnani e al suo vice Paolo Zarzana. E dalle loro parole e dalle loro storie è emerso come, riprendendo il claim di SportivaMente, come “oltre le barriere… insieme si può”.

La sorpresa della mattinata è stata rappresentata dall’arrivo dell’allenatore del Sassuolo Calcio Roberto De Zerbi e dei calciatori Gian Marco Ferrari e Grégoire Defrel: campioni che hanno condiviso le finalità di SportivaMente e che si sono messi con grande garbo a disposizione del pubblico presente, tra i quali gli studenti della scuola secondaria di primo grado “Parco Ducale” e dell’istituto superiore Baggi che hanno accolto con grande gioia il tecnico e i calciatori sassolesi e ai quali hanno rivolto numerose domande. Così come le storie degli atleti della Nazionale italiana calcio imputati sono state approfondite con passione e umanità da Franco Esposito, Marco Nosotti e dagli stessi ragazzi presenti all’evento, consentendo ai fondamentali valori di inclusione espressi dallo sport di emergere.

Di seguito la fotogallery dell’evento (Foto Vignoli) e cliccando qui un breve video pubblicato su SassuoloChannel.